Grazie a Gianni Tononi, insostituibile collega ed amico

foto1

Il Dottor Giovanni Tononi è stato uno dei soci fondatori di questo gruppo nell’anno 1993.

Ha iniziato la collaborazione con il dottor Polizzi subito dopo la laurea in Medicina e Chirurgia nell’anno 1988 ed ha continuato nel corso della Specializzazione in Odontostomatologia conseguita poi nel 1992.

Ha svolto la sua attività di medico odontoiatra con dedizione ed impegno mostrando una particolare attenzione ed attitudine alla pedodonzia, consapevole delle sue capacità di conquistare la fiducia e collaborazione anche dei "piccoli pazienti" più timorosi.

foto2

E' sempre stato spinto da grande interesse e passione per le innovazioni tecniche e organizzative e per questo motivo ha promosso, coordinato e sostenuto innumerevoli progetti di miglioramento e crescita professionale del team odontoiatrico coinvolgendo e motivando i singoli componenti.

Per diversi anni ha coordinato anche l’attività didattica del nostro centro.

Il forte legame affettivo e professionale che nutriva per questo studio lo ha tenuto ancorato a Verona nonostante la sua vita fosse a Trento, sua città natale e residenza della sua meravigliosa famiglia. A Trento era titolare di un secondo studio odontoiatrico.

foto3-small

Sua vera grande passione ed impegno era la Croce Rossa Italiana, alla quale dedicava tutto il tempo che la professione gli permetteva e di cui era punto di riferimento come volontario e direttore sanitario. Responsabile in molte attività di emergenza, grande coordinatore e organizzatore, ha messo a disposizione della Croce Rossa le sue doti di trascinatore e maestro dedicandosi alla formazione di giovani soccorritori e promuovendo una commissione scientifica per garantire una più alta qualità dei soccorsi. Come il Presidente Alessandro Brunialti ha detto “Gianni è stato uno dei maggiori protagonisti della crescita qualitativa della Croce Rossa trentina”. Era anche direttore sanitario del Trofeo Topolino, competizione sciistica internazionale per ragazzi, dove con sacrificio si assumeva responsabilità e rischi per il solo desiderio di rendersi socialmente utile.

foto4nuova


Ma è a Gianni "persona" che va il nostro grazie. Per il suo modo unico ed  impagabile di vivere il rapporto lavorativo. Per la sua umanità, il suo sorriso, la sua dedizione al lavoro  ma anche e soprattutto la sua dedizione al prossimo. Per il suo modo di "esserci" con generosità ed altruismo, pronto a dare e a darsi senza riserve.


Grazie a te Gianni,
vivere e lavorare con te è stato un dono ed un  insegnamento grande e rimarrà sempre dentro il cuore di ciascuno di noi…